Crisi da Sovraindebitamento

Quando si effettua  un  acquisto per esempio un auto o una casa ci si indebita e fintanto che l’indebitamento rimane entro i limiti di facile gestibilità con le proprie risorse si ha un equilibrio,  ma quando tali risorse disponibili e l’indebitamento non sono  più in equilibrio allora si parla di Sovraindebitamento.


Pertanto il Sovraindebitamento non è altro che l’alterazione dell’indebitamento e si ha quando un soggetto che ha dei debiti verso terzi (finanziarie, banche, fornitori, negozianti, privati, Stato ecc)  non riesce a onorarli, in quanto le sue uscite sono superiori alle entrate.

La legge 3.2012 ( nota come legge Salva suicidi ) prevede una serie di strumenti in favore dei cittadini e dei piccoli imprenditori che siano sovraindebitati, ossia che a causa di un costante squilibrio economico e finanziario, non riescano a far fronte ai propri debiti. 

Chi può avere accesso alle procedure previste dalla legge 3.2012?

Privati cittadini, professionisti, imprenditori agricoli, artigiani, start up innovative, piccoli imprenditori, ditte individuali, professionisti, comitati, onlus, soci delle società di capitale e di persona, garanti, fideuissori  

Quali sono gli obiettivi degli strumenti e delle procedure della legge 3.2012?

  • Ottenere la riduzione dei debiti;
  • Ottenere l’allungamento/dilazionamento dei tempi di adempimento/pagamento dei debiti;
  • Ottenere l’esdebitazione, ossia la cancellazione dei debiti;
  • Ottenere, ove ci  siano i presupposti, la sospensione delle procedure esecutive pendenti e la tutela della prima casa o delle attività commerciali.

Quali sono i requisiti di accesso alla procedura?

  • Essere soggetti non fallibili, perché la procedura non può essere avviata per le società di capitale ( s.r.l., s.r.l.s., s.a.p.a.), ma può esserlo per i soci, i garanti e di fideuissori a titolo personale
  • Non aver subito condanne per reati contro il patrimonio 
  • Non aver commesso atti in frode ai creditori e atti dispositivi nell’ultimo quinquennio
  • Non aver avuto accesso alla procedura negli ultimi 5 anni
  • Meritevolezza,:  il sovraindebitamento deve essere “incolpevole” ossia è necessario poter dimostrare che il consumatore non ha assunto obbligazioni senza la ragionevole prospettiva di poterle adempiere, anche tramite un ricorso al credito sproporzionato rispetto alle proprie capacità patrimoniali.

Quali sono le procedure attivabili?

( vedi sezione strumenti )

Piano del consumatore, per privati cittadini 

Accordo con i creditori, per chi abbia assunto debiti nell’esercizio di una attività imprenditoriale

Liquidazione del patrimonio, si attiva nel caso in cui non sussista per il debitore la possibilità di pagare una rata mensile o periodica, a fronte di un piano di rientro, liquidando il patrimonio.

Vantaggi della procedura 

Esdebitazione 

L’esdebitazione consiste nella liberazione dai debiti per il soggetto che abbia avuto accesso alla procedura di sovraindebitamento, in caso di provvedimento positivo da parte del giudice ( omologa del piano di ristrutturazione del consumatore ) o di accordo con i creditori o di liquidazione del patrimonio. 

In questo caso, il debitore sarà liberato per tutti i debiti, anche quelli non pagati.

Riduzione del debito

Maggiore tempo per consentire il pagamento dei debiti

I nostri servizi : consulenza e OCC

Il primo passo per avviare la procedura è quello di rivolgersi ad un consulente e successivamente un OCC ossia a un Organismo per la Composizione delle Crisi da Sovraindebitamento.

Presso le nostre sedi sarà possibile sia avvalersi dei nostri consulenti specializzati nelle procedure di sovraindebitamento e sarete indirizzati agli OCC delle nostre reti:   S.O.S. Sovraindebitamento   ed L.P.N. OnlusSovraindebitamento